Punto MC-8: Le attività del Generale di Brigata Montague Winfield
Punto MC-8: fra le 8:30 e le 10:30 AM

<< Punto precedente, Punto successivo >>

Introduzione
Il compito del National Military Command Center (NMCC), spiegò la Commissione 11 settembre, era di “raccogliere soggetti di rilievo per stabilire la catena di comando fra la National Command Authority – il Presidente e il Ministro della Difesa – e coloro che invece devono eseguire i loro ordini.” [1] La persona incaricata di raccogliere tali gruppi era il Vice Direttore delle Operazioni (DDO) del NMCC. Nel settembre del 2001, il DDO era il Generale Brigadiere (BG) dell’esercito, Montague Winfield. Anche se altre persone sono state addestrate per questo ruolo. [2]

Sulla questione su chi servì come DDO la mattina dell’11 settembre fra le 8:30 e poco dopo le 10:00, vi sono due dichiarazioni conflittuali. Per almeno due anni prima dell’11 settembre si ritiene che, generalmente, il ruolo di DDO lo abbia svolto lo stesso Winfield. Ma il 21 luglio 2003 il Pentagono ha riunito nove membri della Commissione 11 settembre in consiglio, nel quale venne detto: “L’11 settembre, il vice direttore delle operazioni (DDO) era il Capitano di Vascello Charles Joseph Leidig.” [3] Entrambe queste dichiarazioni sono supportate da prove.

Questo punto è, di conseguenza, diviso in due parti: Versione Ufficiale #1 e Versione Ufficiale #2.

La versione ufficiale #1
Il Generale Brigadiere Montague Winfield ha svolto le funzioni di DDO la mattina dell’11 settembre, come mostrato da una serie di fatti:

  1. Gli speciali TV nella settimana del primo anniversario dell’11 settembre hanno ritratto Winflield in servizio al NMCCT.
    • Winfield e il National Military Command Center sono stati descritti in un programma della CNN in cui la corrispondente presso il Pentagono, Barbara Starr, disse: “Quella mattina il Generale Brigadiere Montague Winfield era al comando del centro nevralgico delle forze armate”.
    • Dopo l’attacco al Pentagono, Starr disse: “Winfield e il suo staff non hanno sentito l’impatto. … Winfield è corso a telefonare alla Casa Bianca, alla FAA e al Centro di Comando della Difesa Aerea (NORAD).” [4]
    • Winfield è stato trattato allo stesso modo nel 2002, in uno speciale della ABC, in cui lui stesso raccontava un drammatico tentativo, da parte dei militari, di fermare il volo United 93 (il quale sarebbe precipitato a Shanksville, secondo la Commissione 11 settembre). [5]
  2. Il generale Richard Myers, colui che l’11 settembre ricopriva l’incarico di Presidente in carica del Capo di Stato Maggiore, disse nel suo libro pubblicato nel 2009: “Il Generale di Brigata dell’esercito Montague Winfield era l’ufficiale di servizio al centro, quella mattina . … Il generale Winfield svolse un buon lavoro di gestione delle informazioni, mantenendo collegata la catena di comando.” [6]
  3. La biografia di Winfield dice: “Il Generale di Brigata ha servito come Vice Direttore per le Operazioni, J3, nel National Military Command Center. Era presente come responsabile generale durante l’attacco terroristico dell’11 settembre.” [7]

Di conseguenza, sebbene il Pentagono inizialmente disse, attraverso un portavoce e incluso Winfield stesso, che quest’ultimo era DDO durante gli attacchi, il Pentagono affermò successivamente che questa storia non era vera.

Il rifiuto della Versione Ufficiale #1 (Sostituto de “Le prove migliori”)

Nonostante a ciò che il pubblico era stato precedentemente portato a credere, nove membri dello staff della Commissione 11 settembre – come spiegato nell’Introduzione di cui sopra – il 21 Luglio del 2003 è stato detto dal Pentagono che un altro ufficiale era in servizio come DDO durante gli attacchi. [8]

Il 29 Aprile 2004 Leidig venne intervistato da cinque membri della Commissione 11 settembre. Secondo chi ha trascritto l’intervista, Winfield era ad “un convegno USAF per gli ufficiali dell’Aviazione Militare”, e che “tale meeting non doveva essere disturbato se non per una ragione importante.” [9]

Nel Maggio 2004 lo staff della Commissione 11 settembre tenne due interviste con il Comandante Patrick Gardner, il quale riferì che Leidig era in servizio come DDO l’11 settembre. [10]

La versione ufficiale #2
Secondo la riunione del 21 Luglio 2003 dei 9 membri della Commissione 11 settembre al Pentagono:

  • “Il vice direttore per le operazioni (DDO) in servizio era il Capitano di Marina Charles Joseph Leidig, un sostituto ben preparato che rimpiazzava il capo dell’OT 2, Generale Brigadiere dell’esercito Winfield, il quale si trovava ad una riunione a porte chiuse, non correlata [agli eventi in corso], indetta dall’Aereonautica Militare per discutere sulla valutazione degli ufficiali dell’Aviazione Militare”
  • “Il Capitano Leidig fu il principale DDO durante la fase inziale della reazione del NMCC sullo svolgersi degli eventi; il Generale di Brigata Winfield prese il suo posto in seguito al suo ritorno al NMCC.” [11]

Ulteriori informazioni sono state fornite il 29 Aprile 2004, quando Miles Kara e quattro altri membri della Commissione 11 settembre intervistarono Leidig. [12]

  • Nella prefazione, disposta da Kara, è indicato: “L’11 settembre il Capitano Leidig era in servizio come vice direttore per le operazioni (DDO). … Sedeva al posto di comando dell’OT 2, mentre il Generale di Brigata dell’esercito Montague Winfield stava partecipando altrove ad una riunione. Il meeting venne convocato dall’USAF e si trattava di una sessione per generali atta a discutere sulla valutazione degli ufficiali dell’Aereonautica Militare. Queste riunioni in genere non vengono disturbate a meno che il motivo non sia importante.” [13]
  • Leidig stesso fornì queste informazioni: “Era stato lo Stato Maggiore e, da metà Luglio, venne qualificato per essere un DDO circa un mese prima dell’11 settembre. Era qualificato per sostituire uno qualunque dei DDO che guidò i cinque Centri di Comando watch teams.” [14]
  • A proposito di sostituire Winfield, Leidig disse: “Il Generale Winfield gli chiese il pomeriggio prima se fosse in servizio come DDO per il Centro delle Operazioni Center della squadra 2. Infatti lui arrivò alle 08:30, ricevuto dall’intelligence … e assunse il comando come Vice Direttore per le Operazioni. L’assistente del DDO era il comandante Pat Gardner, USN. Non riusciva però a ricordare i nomi degli altri membri dell’OT 2 presenti quel giorno.” [15]
  • Dopo aver descritto la sequenza degli eventi che si sono verificati mentre era in servizio come DDO, Leidig disse che il Generale Myers a questo punto, “si accorse che il coordinatore non era un Generale adatto allo scopo” e la sua “guida era quella di tenere il Generale Winfield informato e in posizione di comando.” Finalmente, “ il Generale Winfield ad un certo punto si è preso la responsabilità riguardo il rapporto dello schianto in Pennsylvania.” [16]

In due delle interviste con il comandante Patrick Gardner svolte dai membri dello staff della Commissione 11 settembre nel maggio del 2004, Gardner ha confermato le affermazioni di Leidig nella sua intervista del 29 aprile, quella in cui Gardner servì come assistente del DDO mentre lui (Leidig) era in servizio al DOD l’11 settembre. [17]

Il 17 giugno 2004 ci fu un’udienza della Commissione 11 settembre, dove il pubblico venne informato sul ruolo di Leidig come DDO l’11 settembre. Dopo che il presidente Thomas Kean lo presentò, [18] Leidig ha fornito alla Commissione una breve dichiarazione, nella quale disse:

  • “Approssivativamente due mesi dell’11 settembre 2001, ho assunto le funzioni di Vice Comandante per il Centro delle Operazioni. … Mi sono qualificato nell’agosto del 2001 facendo l’osservatore come Vice Direttore per le Operazioni al NMCC.”
  • “Il 10 settembre 2001, il Generale di Brigata dell’esercito Winfield mi chiese se il giorno seguente potevo assumere una parte del suo ruolo come Vice Direttore per le Operazioni al NMCC. Accettai, quindi sollevai il Generale di Brigata Winfield dal suo incarico alle 8:30 dell’11 settembre 2001.” [19]
Le prove migliori
La descrizione della sostituzione di Winfield da parte di Leidig pone diversi problemi per una serie di ragioni:

  1. è stato abbastanza singolare che Winfield, dopo aver chiesto a Leidig di sostituirlo l’11 settembre, [20] si sia presentato nel 2002, alla CNN e all’ABC come DDO in carica durante gli attacchi dell’11 settembre. [21]
  2. La sostituzione di Winfield con Leidig non fu – in accordo con quello che si conosce attualmente – mai accennata prima del 2003, quando la Commissione 11 settembre stava lavorando alla stesura del suo rapporto finale.
  3. Un motivo per la creazione di questa storia nel 2003 potrebbe essere stato fornito dalla Commissione 11 settembre per voler rimuovere un evento imbarazzante dalla versione ufficiale:
    • Nel 2002 Winfield comparve in un servizio della ABC, il quale disse: “La decisione è stata presa nel tentativo di intercettare il volo 93” [22]
    • Nel 2004 la Commissione 11 settembre affermò che i militari non accennarono nulla riguardo il dirottamento del volo 93 finché questo non si fu schiantato. [23] Dopo la seguente dichiarazione, avere ancora Winfield come protagonista della versione ufficiale sarebbe stato piuttosto imbarazzante.
  4. Le risposte di Leidig alle domande che gli vennero poste il 29 aprile 2004 suggeriscono che egli non sia stato a conoscenza di molte cose che invece avrebbe dovuto sapere. Leidig disse, per esempio, che dal comandante Pat Gardner – che si dice abbia servito come suo assistente DDO – lui “non poteva ricordare i nomi gli altri membri del personale del OT 2 in servizio quel giorno.” [24]
  5. Per quanto riguarda il motivo per cui Winfield non servì come DDO quella mattina, la miglior spiegazione che il Pentagono ha saputo fornire, evidentemente, fu che Winfield si trovava ad un “meeting del personale convocato dall’Aviazione Militare per discutere delle valutazioni degli ufficiali”, [25] e che “questi incontri generalmente non vengono disturbati tranne che per motivi importanti.” [26] Probabilmente i due attacchi al World Trade Center non hanno fornito ragioni sufficienti per chiamare Winfield in servizio al NMCC.
  6. Winfield venne intervistato dalla Commissione 11 settembre, ma le sue dichiarazioni non sono mai state rese di dominio pubblico. [27]
  7. Poiché le note finali per i due paragrafi sul DDO nel rapporto della Commissione 11 settembre citino solo un’intervista con Leidig, ciò implica che egli era stato DDO l’11 settembre (a causa di ciò il Rapporto non ha mai lasciato supporre che Winfield fu in servizio come DDO), il Rapporto non mai esplicitamente identificato Leidig come DDO in servizio, fa invece riferimento al DDO semplicemente come “un ufficiale militare.” [28]
  8. Nonostante questo, il Pentagono disse nel 2003 e nel 2004 che Winfield sostituì Leidig, insieme al Generale Myers nel suo libero del 2009, come riportato precedentemente, il quale affermò che Winfield era “l’ufficiale di servizio in carica.”
Conclusioni
Il Pentagono non ha fornito un resoconto credibile sulla mansione di Winfield durante gli attacchi. Mentre inizialmente c’erano delle ragioni per credere – come pure i servizi della ABC e la CNN nel 2002 – che il ruolo di DDO fosse ricoperto da Winfield, successivamente il Pentagono iniziò a dire che ciò non era vero, sostenendo che questa carica era stata assegnata a Leidig. I problemi seri con questa seconda versione, comunque, suggeriscono che il Pentagono e la Commissione 11 settembre non abbiano riportato la verità sulla carica di DDO e sulle mansioni di Winfield durante gli attacchi.

Se così fosse, fu questo a minimizzare il ruolo di Winfield dopo che il Pentagono e la Commissione 11 settembre dichiararono, nel 2004, che i militari non erano a conoscenza del dirottamente del volo UA 93 finché non precipitò e Winfield divenne uno scomodo ostacolo — a causa delle sue affermazioni del 2002 alla ABC, nelle quali disse che i militari decisero di “tentare di intercettare il volo 93”

è necessaria una indagine per dare una risposta a questa domanda.

<< Punto precedente, Punto successivo >>

Note di riferimento per il punto MC-8
For example, Air Force Col. Susan Kuehl, “the self-described ‘mayor of NMCC,’ ” is “a trained DDO and supervises the operation of the NMCC.” See “Orientation and Tour of the National Military Command Center (NMCC): Secret Memorandum for the Record”, July 21, 2003.
Orientation and Tour of the National Military Command Center (NMCC).” One of those nine members was the Commission’s executive director, Philip Zelikow.
‘The Pentagon Goes to War’: National Military Command Center”, CNN American Morning with Paula Zahn, September 4, 2002.
9/11: Interviews by Peter Jennings”, ABC News, September 11, 2002.
Richard B. Myers, “Eyes on the Horizon: Serving on the Front Lines of National Security” (New York: Threshold Editions, 2009), 152.
Brigadier General W. Montague ‘Que’ Winfield, Commander, JPAC” (Joint POW/MIA Accounting Command).
Taped Interview of Captain Charles Joseph Leidig: Commission Sensitive Memorandum for the Record”, April 29, 2004. The members of the staff were Miles Kara, Dana Hyde, Kevin Shaeffer, John Azzarello, and John Farmer. The interview was held in Joint Chiefs of Staff offices, with JCS legal officer Col. Kuehl present.
Kean described Leidig as having “served as deputy director of operations in the National Military Command Center on 9/11”, 9/11 Commission Hearing, June 17, 2004.
‘The Pentagon Goes to War’: National Military Command Center” (CNN); “9/11: Interviews by Peter Jennings” (ABC).
Winfield continued: “We started receiving reports from the fighters that were heading to, to intercept. The FAA kept us informed with their time estimates as the aircraft got closer and closer. … And at some point, the closure time came and went, and nothing had happened. So you can imagine everything was very tense in the NMCC.”
Taped Interview of Captain Charles Joseph Leidig.” Four more examples:

  1. “He could not say whether it was he or Gardner who had made notification calls to the offices of the Secretary of Defense and the Chairman of the Joint Chiefs.”
  2. “He did not recall if there has been a call to the White House.”
  3. “He … did not recall who was notified that the ATCC [air threat conference call] was convened.”
  4. “He did not recall phone calls to NORAD prior to the advent of the SIEC. At this point Staff turned to the transcript of the Air Threat Conference Call (ATCC) and recalled for him his update.”
Interview with General Winfield”. The handwritten notes for this interview were withdrawn from the publicly available file, with a handwritten note: “national security withdrawn.”

 

Comments are closed.